Crea sito

Dal Ponte di Castruccio al Ponte Sospeso

Da poco abbiamo fatto visita al Ponte di Castruccio a Popiglio e abbiamo così scoperto un interessante itinerario che lo congiunge al Ponte Sospeso delle Ferriere di Mammiano.

Si parte dalla piazza della Chiesa di Santa Maria Assunta di Popiglio, dove ha sede il Museo d’Arte Sacra e Religiosità Popolare che fa parte del progetto dell’Ecomuseo della Montagna Pistoiese.

Si segue il percorso lastricato di via delle Corti e si continuare tra le case in via della Veduta.

DSCN1858

DSCN1865

 

 

 

 

Dopo aver superato un tabernacolo (Vergine della Veduta sec XVIII) ed un arco, inizia la mulattiera con l’antico selciato.

DSCN1868

Verginina della Veduta
Verginina della Veduta

 

 

 

 

 

 

Proseguire in discesa fino ad incontrare la Cappellina di S. Pietro (sec. XVI)

Cappellina di San Pietro
Cappellina di San Pietro

DSCN1862

 

 

 

 

 

 

e poco più avanti la Verginina in Colle (sec.XIX) e raggiungere così il torrente Lima in prossimità del caratteristico Ponte di Castruccio (km. 1,2), localmente noto anche come “Ponte di Campanelle”, un ponte ad una sola arcata alta 10 metri.

DSCN5217 DSCN5218

 

 

 

 

 

Ponte delle Campanelle detto "di Castruccio"
Ponte delle Campanelle detto “di Castruccio”

DSCN5224

DSCN5228

 

 

 

 

 

 

Oltrepassare il ponte ed in prossimità delle “dogane”, dove si trova un bell’Agriturismo, svoltare a sx fino ad incontrare la strada asfaltata, inizialmente in falsopiano e successivamente in salita, costeggiando un piccolo torrente. Da qui è possibile osservare Popiglio dal versante opposto e vedere un bel panorama dell’alta Val di Lima.

DSCN5227

DSCN5230

 

 

 

 

 

DSCN5226Dopo km. 2,8, alternando tratti ombrosi a soleggiati, mantenere la sx e dopo m. 300, nei pressi di un tornante, il percorso si immette nella strada principale.

Da qui, voltando a dx e percorrendo km 3,3 di strada asfaltata, è possibile arrivare al pittoresco paese di Piteglio (altrimenti raggiungibile in auto), oppure proseguire a sx in discesa lungo la SP633 per km 2.

 

In questo tratto, con una breve deviazione sulla sx, è possibile visitare il “Bosco Ritrovato”, un ambiente che si propone come luogo di interesse naturale e culturale con un percorso didattico e diverse aree tematiche: uno spettacolo della natura tutto da ammirare (info 320-1736349).

Dopo la visita continuare in discesa, oltrepassare il ponte sul torrente Limestre e, raggiunto il segnale stradale che indica Mammiano, continuare a sx in direzione Ponte Sospeso, il Laghetto, Le Ferriere. Poco più avanti,
in prossimità di un’ area verde, inizia il percorso del ponte sospeso. Attraversando il ponte (facendo attenzione a non provocare forti oscillazioni) è possibile ammirare dall’alto l’emozionante visione della vallata e del torrente Lima, rientrare poi sulla strada asfaltata SS12 e voltare a sx per ritornare in breve al paese di Popiglio.

Mappa del percorso
Mappa del percorso

ponteCastrucci_PonteSospeso


Il Ponte di Castruccio

In realtà costruito in età romanica, nello stesso periodo delle torri di Popiglio e della fortezza, fu ricostruito da Castruccio Castracani (1281-1328), condottiero e signore di Lucca, sul fiume Lima che al suo tempo segnava il confine tra Lucca e Pistoia, dopo le furiose lotte avvenute proprio su di esso nel ‘300 (tra cui la battaglia della Domenica delle Palme nel 1302),che lo ridussero in poco più che macerie.

Il ponte è realizzato con una volta a tutto sesto in muratura a corsi suborizzontali con ciottoli fluviali e pietrame erratico, l’altezza della volta e il gioco di pendenze della strada che lo sovrasta fa pensare che il ponte dovesse servire a coprire il forte dislivello tra i due punti di attacco del ponte, in modo da rendere il più agevole possibile il passaggio con carri.

Sulla riva sinistra del fiume si trovano due edifici detti ‘le due dogane’, questi, al tempo di costruzione del fiume, controllavano il traffico di merci e persone tra Lucca e Pistoia. Appena si scorge il ponte da lontano si ha una sensazione di curiosità e la voglia di traversarlo per scoprire tutti gli scorci che le costruzioni delle ‘due dogane’, il ponte ed il paesaggio possono offrire.


Sul Ponte sospeso delle Ferriere trovate notizie nel nostro articolo ad esso dedicato

Altre info sul Ponte di Castruccio
http://www.castellitoscani.com/italian/lolle.htm


Agriturismo Le Dogane

 

Pieve di Popiglio, foto Mario Palmieri
Pieve di Popiglio, foto Mario Palmieri

Pieve di S. Maria Assunta: La Pieve, uno dei più insigni monumenti medievali della Montagna pistoiese, fondata nel 1271 subì importanti modifiche fra la fine del XV secolo e i primi del successivo. A navata unica, un tempo absidata, la chiesa conserva integro il paramento murario esterno e la bella facciata aperta dal portale, nella cui lunetta è scolpita una immagine della madonna con bambino. L’interno custodisce notevoli opere d’arte tra le quali il pulpito medievale che deriva il suo aspetto odierno dalle integrazioni dei secoli XV e XVI. Di notevole qualità sono le tre sculture con la Vergine, S. Francesco d’Assisi e S. Francesco di Paola, poste sopra l’altare maggiore. Benché non siano documentate, vennero probabilmente commissionate dalla potente famiglia Vannini a qualche scultore di osservanza berniniana. Di un certo valore e ben documentati sono i pancali in legno di noce, intagliati fra il 1595 e il 1643.

Museo d’arte sacra: L’Ecomuseo della Montagna pistoiese, della cui struttura organizzativa fa parte il museo d’arte sacra, è un percorso attrezzato attraverso la realtà ambientale, sociale e artistica dei territori montani. Gli insiemi che lo compongono e che fanno capo ad altrettanti punti informativi, dotati di apparati documentari e didattici, riguardano, la produzione del ghiaccio, la lavorazione del ferro, la realtà agro silvo pastorale ed abitativa, il verde e le testimonianze della religiosità popolare e dell’arte sacra. Quest’ultimo itinerario ha come nucleo centrale lo stesso museo d’arte sacra che, allestito in due distinte sezioni, custodisce tavole trecentesche, alcune attribuite al maestro di Popiglio, sculture lignee e arredi liturgici provenienti dalle chiese del territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.