B&B La casa di Zeno – Abetone

B&B La Casa di Zeno foto di Daniela Seghi
B&B La Casa di Zeno
foto di Daniela Seghi

DSCN900111692695_820368761411554_3817640753214008982_n

 

 

 

 

 

 

Sull’appennino toscano, confinante con quello emiliano, a 1.400m d’altezza si trova il passo di Abetone.
In inverno si può sciare su 60km di piste innevate perfettamente anche in penuria di neve. I collegamenti da una valle all’altra sono e vere e proprie piste sia il raccordo del Pulicchio che quello delGomito e della Val di luce. Del comprensorio fanno parte naturalmente anche le piste ZENO 1, ZENO 2 e ZENO 3 così chiamate perchè disegnate da Zeno Colò. Rifugi in quota ed a valle offrono conforto agli sciatori e agli snowboarder nelle giornate più fredde. Molte volte dal rifugio del Gomito si possono vedere le navi che transitano da Viareggio a Livorno ed il panorama è veramente splendido.

Ricordo di Zeno, alla partenza dell'ovovia
Ricordo di Zeno, alla partenza dell’ovovia
villetta direttamente sulla pista Riva e sul sentiero del Tedesco, a pochi passi dal B&B casa di Zeno
villa Berzi, direttamente sulla pista Riva e sul sentiero del Tedesco, a pochi passi dal B&B casa di Zeno

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Bed and Breakfast “La Casa di Zeno” è situato in una posizione strategica per chi ama la comodità di partire davanti casa con gli sci ai piedi e rientrare allo stesso modo. Infatti si trova a un passo dalla pista Riva e dalla pista Selletta.

In inverno chi non pratica lo sci o lo snowboard può fare sci di fondo, passeggiate con le ciaspole nei boschi e nordicwalking e raggiungere posti con neve immacolata. In estate sarete a un passo dai boschi e da innumerevoli passeggiate, in un ambiente verde e tranquillo e con tramonti spettacolari.
Lontano dal traffico della statale ma al centro del paese che è a 5 minuti a piedi senza toccare più la macchina che è posteggiata davanti casa.

DSCN0005

11403014_820368794744884_9110090444465919199_n

 

 

 

 

 

11755921_821685474613216_2395228858417642667_n

 

Qui si respira la storia e si toccano con mano le imprese del campione.
A partire dai nomi dati alle camere con bagno privato, accoglienti e ben riscaldate, fino ai numerosi trofei presenti, foto ed attestati vari, tutto vi permetterà di calarvi in grande tranquillità in una dimensione diversa e appagante e scoprire ed in parte rivivere le imprese del campione.
Dopo la colazione tipicamente toscana curata personalmente dalla padrona di casa, genuina e forte, con salumi tipici, dolci fatti in casa, yogurt e latte di provenienza regionale; servita nel soggiorno della casa, dove è situata una bellissima stube austriaca che riscalda l’ambiente, sarete pronti per visitare anche le piste da sci abetonesi. Quelle stesse piste che anche Zeno percorreva ed amava.

418546_283272101733948_1494928867_n 423906_283271828400642_341825055_n 430469_283272641733894_2108541079_n10387010_677828732330626_3789297152024760064_o


Zeno Colò

Nasce ad Abetone nel 1920 e come tutti i ragazzi del suo paese inizia a sciare in tenera età e fin da bambino dimostra d’avere la dote innata che contraddistingue i campioni, tanto che a 18 anni vinse la sua prima gara internazionale.
Forgiato dal duro lavoro del boscaiolo Zeno era un’atleta potente ma nel contempo stilisticamente perfetto e con una tecnica assolutamente all’avanguardia. La seconda guerra mondiale impedì a Zeno di avere una carriera agonistica ancora più esaltante per colpa di questi 5 anni di fermo. Tuttavia, negli ultimi 3 anni del conflitto Zeno fu internato in Svizzera e li ebbe modo di sciare e fare qualche gara che naturalmente vinse.
Gli elvetici gli dettero il nome di “BLITZ” che vuol dire lampo.

562_001 zeno e indiano

 

 

 

 

 

 

 

Finita la guerra ricomincia la sua attività agonistica e nel 48 a S.Moritz perde la gara olimpica di discesa per una brutta caduta in cui rompe uno sci. Nel 49 vince praticamente tutte le gare internazionali e nel 50, ad Aspen in Colorado, vince il titolo mondiale di gigante, di discesa e arriva secondo in slalom speciale, quindi due medaglie d’oro e una d’argento. Nel 52 ad Oslo in Norvegia alle olimpiadi vince la medaglia d’oro in discesa, nessun italiano è riuscito fino ad oggi ad eguagliarlo. Nel suo curriculum di vittorie ci sono 21 titoli italiani, 3 titoli del Kandahar, equivalente ad un campionato del mondo, diverse vittorie Lauberhorn e a Garmisch, oltre ai campionati nord americani ed altre gare internazionali e nazionali.


 

Contatti e prenotazioni:
http://www.bedandbreakfastabetone.it/

Testi e fotografie di: Antonella Romagnoli, Daniela Seghi. Le foto di Zeno dal web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.