Crea sito

La Vecchia Locanda Zita a Vesale

Oggi vi parliamo di questo famoso ristorante dove potete gustare ottimi piatti preparati con cura, sapienza e amore da Paola e dalla sua famiglia, in una deliziosa borgata sulle colline di Sestola.

 

 

 

 

La locanda

http://www.locandazita.com/

Le radici della Locanda risalgono alla fine dell’Ottocento.
Deve il suo nome alla nonna Zita, che la gestì per tanti anni, fino a rendere la Locanda un riferimento gastronomico e di ospitalità tra i ristoranti e gli hotel di Sestola. Dal 1987 i discendenti di Zita proseguono, con la medesima passione, questa tradizione ultracentenaria.

 

Il locale è antico, situato nel centro del borgo medievale di Vesale, che sorge a pochi km da Sestola, la “perla” dell’appennino tosco emiliano, e dagli impianti sciistici del Cimone. Dispone di ristorante, dieci camere, solarium ed angolo benessere. Le specialità sono i piatti a base di funghi e quelli tipici della tradizione montanara.

Paola è anche pittrice e amante dell’arte per cui il locale è abbellito da molti quadri suoi e di altri pittori

 

 

 

 

Cosa si mangia

Piatti della cucina tradizionale montanara, con particolare attenzione ai prodotti tipici del territorio ed alla stagionalità. I funghi sono la specialità della casa: i Dormienti, dal mese di febbraio, poi Spugnole, Prugnoli, Galletti, Russole, Porcini, Ovoli e Trombette, fino a tardo autunno, quando anche il tartufo nostrano esalta i sapori delle pietanze. Pasta, rigorosamente fatta a mano, e ricette tradizionali tipiche, come il gnocco fritto e le crescentine, le cacciatore e gli arrosti, tagliate, filetti, salumi nostrani e formaggi locali. Durante il periodo autunnale si servono piatti a base di farina di castagne. Infine i dolci, tutti preparati direttamente nella cucina della Locanda.
Il ristorante è attento alle esigenze di tutti e su ordinazione prepara piatti e menu per celiaci, vegani e vegetariani.

Crostini di tutti i tipi – foto dal web
Le crescentine – Foto di Rino Federzoni
Gnocco fritto – foto dal web

 

 

 

 

 

 

Tra le tante ricette vi proponiamo qui le Rosette ai funghi. Le rosette sono una pasta arrotolata e ripiena tipica dell’Alto Appennino Modenese, qui con variante ai funghi

Ingredienti per quattro persone: 250 grammi di pasta gialla (per realizzarla, mescolare 250 grammi di farina e 2 uova e mezzo fino a quando non si ottiene un impasto sodo), 200 grammi di prosciutto cotto, 100 gr di funghi trifolati, 150 gr di besciamella, Parmigiano Reggiano ed Emmental a volontà. Procedimento: tirare la pasta gialla in modo sottile e la si cuoce con una leggera “sbollentata”. Non rimane che unire la besciamella ai funghi trifolati, mescolare e stendere la sfoglia “sbollentata”. Deporre uno strato di besciamella e funghi trifolati, aggiungere il prosciutto cotto, a seguire il Parmigiano e l’Emmental. Arrotolare e creare la tipica rosetta, tagliando il cilindro di pasta in tanti piccoli dischetti. Una volta tagliate, le rosette vanno posizionate nella pirofila imburrata precedentemente. Porre, sopra, altro burro e formaggio a seconda della quantità desiderata.

 

Anche la Gazzetta di Modena, nel 2016, dedica alla Locanda Zita un bell’articolo.


Vesale

Foto di Paola Antonelli

Vesale è un antico borgo medievale, sorto intorno ad un castello, di cui oggi restano solo alcune tracce.
Luogo di assoluta tranquillità con panorama che mostra i cucuzzoli di Gaiato, Montecuccolo e Monte Specchio. Da vedere l’antica Chiesa del paese, con la sua  abside in stile romanico, e il piccolo oratorio di San Rocco.
Poco distante scorre il bel Torrente Scoltenna.
Per gli amanti dell’architettura, a pochi km, il Ponte Vecchio di Olina, l’antica Chiesa di S. Biagio  a Roncoscaglia e la Pieve romanica di Renno.
Vesale si trova nel territorio di Sestola, a 6 km, con il suo famoso castello arroccato, a un passo dal Monte Cimone, meta sciistica in inverno e di appassionanti escursioni a piedi, a cavallo e in Mountain Bike in estate.


La Vecchia Locanda Zita di Antonelli Paola & C. snc
Piazza San Giorgio, 6 – 41029 Vesale di Sestola
Tel: +39 053664278
http://www.locandazita.com/


(Testi tratti dal sito della locanda – fotografie di Antonella Romagnoli e Paola Antonelli)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.